Spinning: ecco come tonificarsi pedalando

Se volete fare movimento e allo stesso tempo divertirvi dovete iniziare con lo spinning (se ancora non l’avete provato!), la bicicletta indoor diventata famosa come piacevole attività di fitness.

Lo spinning, giunto in Italia dagli Stati Uniti come innovativo allenamento fitness alla fine degli anni ’90, è ormai pratica diffusa in tutte le palestre: in una lezione della durata media di 45 minuti – 1 ora, farete attività fisica pedalando su speciali cyclette ergonomiche a ritmo di musica. Questa pratica sportiva è davvero molto efficace se il vostro obiettivo è tonificare i muscoli, migliorare la respirazione e restare in forma in modo semplice e divertente.

Durante ogni seduta di spinning si alternano fasi di pedalata ad alta e bassa intensità, in cui la coordinazione tra movimenti e musica di accompagnamento, spesso pop e dance ad alto volume, risulta fondamentale: imparerete a stare anche in equilibrio in piedi sui pedali della bicicletta e, grazie alla fase aerobica importante, migliorerete respirazione e resistenza. L’ideale è praticare lo spinning 2 o 3 volte alla settimana, in modo che l’allenamento costante possa aiutarvi a raggiungere i risultati che desiderate in breve tempo oppure semplicemente a mantenere la vostra forma fisica senza sforzi eccessivi.

Lo spinning è un’attività versatile, nel senso che – per praticarlo – non è strettamente necessario iscriversi ai corsi di gruppo organizzati dalle palestre o seguire esclusivamente le modalità di allenamento imposte dai centri fitness. Potete fare spinning come più vi piace, anche da soli: in commercio si trovano moltissime tipologie di cyclette adatte allo scopo, sia nei negozi specializzati di sport, sia online. Vi basterà montare in sella, scegliere la musica che vi ispira e…pedalare!

Cyclette spinning

In una seduta di allenamento “tipo” di spinning, i muscoli che vengono maggiormente sollecitati – come potrete già immaginare – sono quelli degli arti inferiori e, in particolare, dei polpacci, delle cosce, dei glutei; anche la parte degli addominali è inoltre coinvolta in questo genere di attività. Quindi, se volete tonificare e rinforzare gambe, glutei e addominali questo è proprio lo sport che fa per voi.

Le stesse dinamiche si applicano anche alla nuova frontiera dello spinning, il realryding.

Questa pratica di fitness si basa sempre sul principio dello spinning, ovvero un allenamento cardio-aerobico che abbina fasi di alta e bassa intensità, col fine di migliorare respiro e tono muscolare degli arti inferiori. L’unica differenza tra il classico spinning e il realryding risiede nella tipologia di cyclette che viene utilizzata: la bicicletta, in quest’ultimo caso, non è più fissa ma si muove, simulando un vero allenamento su strada. Il realryding, infatti, prende il nome dalla Realryder®, innovativa cyclette dinamica e brevettata che possiede la capacità di sterzare e piegarsi a destra e sinistra, come accade normalmente quando si pedala in bicicletta su strada.

Le informazioni tecnico-scentifiche ed i consigli generici su stili di vita e benessere pubblicati attraverso questo blog sono da ricondurre all’opinione di professionisti di settore. Essi non hanno una natura medica in quanto affrontano le tematiche in un’ottica informativa e non risolutiva, pertanto sono da considerarsi generici e non sono attribuibili alle particolari situazioni del lettore. Ad ogni modo si raccomanda la consultazione del proprio medico o di altri esperti sanitari per qualsiasi dubbio o approfondimento.

Sport