I colori più giusti da scegliere per la cameretta del neonato

I colori più giusti da scegliere per la cameretta del neonato

Se l’indecisione del nome accompagna qualche coppia fino all’ultimo, la scelta della cameretta del neonato scatena una vera e propria ricerca della perfezione per creare l’ambiente più idoneo alla vita che sta per arrivare. Ecco allora qualche consiglio su un dettaglio che è tutto fuorché un dettaglio…

Che tutto si veda più chiaro, più bello e luminoso è sicuramente conseguenza dello stato di attesa che vive chi è in procinto di diventare genitore. Speranze, desideri, aspettative circondano quel momento magico rappresentato dai nove mesi che li separano dall’arrivo di una nuova vita, un momento in cui insieme al corpo della futura mamma inizia a cambiare anche lo spazio domestico intorno alla coppia o alla famiglia che si appresta a crescere. Iniziano i progetti che vedono la creazione di un ambiente della casa dedicato unicamente al neonato: dalla culla al fasciatoio fino al colore delle pareti, le giornate trascorrono immaginando tutti i dettagli di quella che diventerà la sua cameretta.

È bene dunque sapere che così come accade per gli adulti, anche nei bambini appena nati i colori suscitano sentimenti e stati d’animo precisi, questo perché i segnali che mandano vengono decodificati dal nostro cervello, influenzando anche il nostro organismo.

Per tale ragione è utile conoscere i diversi stimoli che i colori possono infondere agli ambienti in cui si vive. In generale, possiamo dire che per le camere da letto, luoghi in cui è auspicabile godere di un’atmosfera serena e rilassante, siano sconsigliate le tinte come il rosso o l’arancio, a favore di colori che tendono al blu, in quanto in grado di abbassare la frequenza cardiaca favorendo il rilassamento, o al verde, un colore che stimola sentimenti positivi come ottimismo ed equilibrio, riducendo l’ansia a favore di un sereno riposo.

 

Colori per il benessere del bambino

 

Anche se i neonati vedono in bianco e nero, già a pochi mesi riescono a percepire e distinguere le tinte che li circondano: per questo è consigliabile optare per toni neutri che non stimolino eccessivamente il sistema nervoso del bambino, ancora in fase di sviluppo.
In generale, sono quindi preferibili i colori pastello: celeste, che come l’azzurro stimola il sonno e ha un effetto calmante, ma anche il bianco avorio, che regala sensazioni di pulizia e ordine, il verde e il rosa, da scegliere esclusivamente nelle loro sfumature pastello; mentre per il giallo, colore che stimola la creatività, sarebbe meglio aspettare almeno i tre anni del bambino, quando è importante circondarlo dei giusti stimoli mentali, in ogni modo consigliamo di optare per sfumature pastello anche in questo caso, per non disturbare l’equilibrio del bambino.

 

Colori per il benessere del bambino

Share