Il cibo per la mente

Il cibo come strumento di piacere per corpo e mente: i capisaldi della psicologia dello spuntino, così come la intende la nostra esperta su misura, la dott.ssa Valeria D’Alessandro.

 

Dopo una delusione o una giornata di lavoro, di studio o vita domestica, tutti possiamo pensare: “che fatica la vita!” Ma ecco che uno sguardo sul mondo e sulla natura può farci ritrovare la carica per affrontare con energia positiva i nostri impegni. A volte basta solo un’emozione per cambiare tutto! Le emozioni sono quel complesso di sentimenti che riesce a produrre dei cambiamenti fisici e psicologici, a loro volta in grado di influenzare la nostra psiche e il nostro atteggiamento verso noi stessi e gli altri. A volte, è una canzone o un ricordo a suscitarle, altre è il profumo di un cibo o un sapore a farci chiudere gli occhi e sognare.

Il cibo è un potente strumento che sapientemente gestito ci regala gratificazione e conforto. La gratificazione in letteratura è definita come un senso e uno stato di appagamento, di piena soddisfazione, di contentezza di sé o della propria condizione. Ecco perché, se le cose non vanno come vorremmo, andiamo alla ricerca di qualcosa di buono.

Il buono è ovunque, e dobbiamo imparare a capire che il buono fa bene. Quando mangiamo, attiviamo un complesso sistema di modulazione chimica e nervosa che traduce la fragranza di un cibo in una sensazione: proviamo a immaginare la strada che percorre una piccolissima molecola chimica dalle papille gustative della lingua fino al cervello. Ecco perché dobbiamo scegliere con cura ciò che mangiamo, dolce o salato che sia. Scegliamo bene anche la quantità di ciò che mangiamo: impariamo a gustare piccole porzioni, adeguandole alla nostra età e al nostro livello di attività fisica. Così, possiamo concederci, senza sensi di colpa, piccoli strappi alla regola che fanno bene all’umore. Alcuni alimenti sono strettamente associati al piacere e alla gratificazione, forse per l’aumento di endorfine, i famosi ormoni del benessere, che la loro assunzione determina.

 

 

Proviamo ad assaporare un pezzo di cioccolata fondente, sentiamone l’aroma e rendiamo speciale questo momento. Sarà uno spuntino goloso e allo stesso tempo sano, in quanto fonte di antiossidanti, come flavonoidi e polifenoli, e di minerali (ferro, magnesio e zinco) che possono fornire numerosi benefici alla salute.

Proprio grazie a queste sostanze contenute specificatamente nel cacao, il cioccolato fondente può:

  • aiutare a prevenire il diabete e le malattie cardiovascolari, grazie alle enormi proprietà cardioprotettive che aiutano le arterie a mantenersi flessibili e in salute;
  • agire sui livelli di colesterolo “cattivo” e sull’aumento dei trigliceridi;
  • aiutare a combattere la resistenza all’insulina e l’infiammazione sistemica.

 

Inoltre, il cacao stimola la produzione di serotonina, conosciuta come l’ormone del buonumore e della felicità, e ciò rende il cioccolato fondente un ottimo alimento anti-depressivo. Sarà per questo che il cioccolato è da sempre il simbolo di San Valentino?

E allora: mangiate con calma, scegliete con cura il vostro spuntino e gustatelo, dando la giusta importanza al momento che state vivendo. Fatelo con gioia e, se potete, ricordate di aggiungere sempre una pillola di movimento!

nutrizione Proprietà alimenti