Run, baby, run!

Run, baby, run!

Correre fa bene, farlo in spiaggia ancora di più, ma solo se seguirete i nostri consigli.

Mare o non mare?

Sembra quasi un dilemma shakespeariano, o il tema di una discussione in famiglia in vista delle ferie, invece è il dubbio che si pongono moltissimi runner quando arriva il periodo estivo e la spiaggia e il mare sembrano diventare gli scenari ideali per una sessione di corsa a cielo aperto.

Sicuramente, correre fa bene e farlo in riva al mare non solo è ancora più salutare, grazie allo iodio che si respira, ma non comporta particolari effetti negativi, basta essere ben allenati, usare i giusti accorgimenti e scegliere il momento più indicato per farlo, come la mattina presto o il tramonto, evitando le ore più calde per non correre il rischio di scottature o insolazioni. Da non sottovalutare, inoltre, l’abbigliamento: vietate le calze e i piedi nudi a causa del rischio di imbattersi in sassolini e conchiglie; si a scarpe tecniche. Inoltre, meglio correre sulla sabbia bagnata piuttosto che sulla sabbia asciutta in quanto il bagnasciuga offre un supporto migliore alleggerendo il lavoro di muscoli e articolazioni.

 

Correre in riva al mare - fitness

 

A beneficiare di questo tipo di attività anche il tono muscolare: correre sulla sabbia richiede infatti una potenza maggiore per mantenere una certa velocità e azzerare l’effetto trattenimento della superficie morbida. Ma attenzione ai rischi, se è vero che correre in spiaggia risulta molto positivo, soprattutto per il nostro equilibrio psichico – chi non uscirebbe soddisfatto dopo una corsa a cielo aperto tra mare azzurro e sabbia dorata? – è anche vero che bisogna fare molta attenzione a dosare bene gli sforzi e la velocità per non appesantire troppo gli arti inferiori e correre il rischio di danneggiare, in particolare, il tricipite surale che può andare incontro a contratture, distorsioni o addirittura a strappi, se la corsa viene svolta a determinate intensità.

E se ancora non siete convinti che questo tipo di attività sia adatto a voi, sappiate che il mare rappresenta comunque un’occasione perfetta per rigenerarvi psicologicamente anche solo grazie a una semplice passeggiata.