Il cioccolato fondente che viene dal sud…

Il cioccolato più buono del mondo è fondente, viene dall’Ecuador e porta con sé gli aromi del Sud America e i benefici di un prodotto unico per gusto e autenticità.

Mangiare responsabilmente cioccolato fondente fa bene e rende più felici. Ormai lo dice anche la scienza, e sempre più questo alimento si attesta tra quelli in grado di portare benefici in termini di salute e incremento del buon umore.
Certamente, perché il cioccolato faccia bene, il consiglio è quello di consumarlo nelle giuste porzioni, adeguandole alle nostre condizioni fisiche e di salute, e scegliere prodotti che contengano almeno il 70% di cacao: il cioccolato risulta infatti fondente solo se contiene una quota minima di cacao del 43%. Da questa percentuale in poi si parla di cioccolato extra-fondente.

Ma se tutti siamo autorizzati a gustarlo per via dei suoi benefici e ci viene naturale accostarlo a concetti come alta qualità e purezza, non tutti, forse, siamo stati ancora aggiornati su quelle che vengono considerate le sue reali origini in termini di datazione e luogo geografico. Nel corso del 2018, un team di ricercatori della ‘British Columbia University’ di Vancouver ha infatti dimostrato che la coltivazione del Theobroma cacao fu introdotta come pratica per la prima volta in Sud America, e non in America Centrale come si era creduto fino a quel momento, e almeno 1500 anni prima rispetto a quelle che erano le date ufficiali.

Secondo gli studiosi, l’ipotesi che paesi come l’Ecuador siano stati le zone d’origine della coltivazione del cacao è avvalorata anche dall’archeologia, come dimostrano le tracce rinvenute all’interno del sito di Santa Ana-La Florida, proprio in Ecuador, che dimostrano come la popolazione Mayo-Chinchipe lo utilizzasse già tra 5450 e 2100 anni fa. Ma cos’ha di speciale, oggi come ieri, il cacao che viene dal Sud?

Parlando dell’Ecuador, paese che viene definito come produttore del miglior cioccolato al mondo, possiamo dire che la sua diversità geografica garantisce una notevole quantità di aromi e sapori differenti, a seconda del territorio in cui le fave di cacao sono coltivate. In generale oltre al fatto che oggi gli agricoltori ecuadoriani hanno sviluppato e utilizzano processi e tecnologie molto più avanzate di altri paesi, è una certezza che il suo cacao provenga da fave in possesso di straordinarie proprietà sensoriali: non è un caso che sia famoso per essere un cacao aromatico, pieno, perfetto per iniziare la giornata con tanta serotonina.

Insomma, se non l’avete ancora provato, correte a farlo: vi renderà felici!

 

 

Proprietà alimenti