Alessandro De Rose

High Diver

MISTER VOLARE

High diver professionista portacolori della Federazione Italiana Nuoto, pratica la disciplina dei tuffi dalle grandi altezze.

Il triplo salto mortale all’indietro con tre avvitamenti è il suo marchio di fabbrica, da eseguire con partenza a 27 metri di altezza, equivalenti a 3 secondi in volo, prima di impattare l’acqua a 85 km/h.

Inizia a frequentare i trampolini fin dall’età di 5 anni ma il suo amore per questa disciplina subisce uno stop all’età di 14 anni. La perdita del padre ha lo stesso effetto di un maremoto nella vita di Alessandro che si ritrova così a riporre nel cassetto il sogno di diventare un tuffatore professionista.

Come certi amori fanno giri immensi e poi ritornano, Alessandro ritrova il trampolino dopo qualche anno con l’ingresso in una crew di tuffatori acrobatici di un parco acquatico di Roma. Per chi come lui è abituato ai tuffi indoor è il primo contatto con le grandi altezze.
La piattaforma dai 10 metri è una rivelazione: la sensazione del volo, il corpo che vibra in aria e l’ebrezza della velocità diventano una scarica di adrenalina che apre ad Alessandro un mondo di sfide e obiettivi da superare.

Dai 10 ai 27 metri il percorso è lungo: 12, 15, 17 e 20 metri sono le tappe di un viaggio non solo sportivo ma di vita che spinge Alessandro da Cosenza, sua città natale, a Trieste passando per Londra, dove lavora come cameriere per continuare ad allenarsi e inseguire il suo sogno.
A Trieste trova la sua città adottiva e lo slancio decisivo grazie all’incontro di Nicole che sa vedere in Alessandro le capacità e il talento per diventare uno dei tuffatori più forti al mondo dai 27 metri e che da li a breve diventerà la sua allenatrice e compagna di vita.

Nel 2013 ha esordito con una wildcard nella tappa italiana del Red Bull Cliff Diving, la serie internazionale più importante di questo sport, mentre nel 2015 ha preso parte ai Mondiali di Kazan.

 

Il 2017 è stato l’anno della consacrazione: a luglio nella splendida cornice di Polignano vince la tappa italiana della Red Bull Cliff Diving World Series e per il grande pubblico diventa "Mister Volare".

Impresa resa ancora più memorabile perché ottenuta presentandosi in piattaforma da wildcard in mezzo ai tuffatori più forti del circuito mondiale. Una settimana dopo, conquista il Bronzo ai Mondiali di Budapest, la prima medaglia iridata per un italiano in questa disciplina. Tra il 2017 e il 2019 rimane stabilmente al vertice della World Series e il suo prossimo obiettivo sono gli Europei di Roma nel 2022.

Quando non è impegnato a fissare lo specchio dell’acqua da 27 metri di altezza con il ritmo degli AC/DC nelle orecchie, Alessandro ama immergersi nella natura per ritrovare l’energia e la carica giusta, sperimentare nuove ricette in cucina e suonare la chitarra.

Alessandro nel team Allenati alla Vita!